Illuminazione sul tavolo

Illuminare la casa in modo intelligente e funzionale può fare una grande differenza nell'atmosfera che si viene a creare.
Scegliere l'illuminazione giusta, con il design giusto, può evidenziare i punti di forza della stanza e trasformarla. 
Dall’atmosfera allegra di una luminosa sala da pranzo, alla sensazione di calma di una camera da letto, i diversi tipi di illuminazione per interni svolgono un ruolo cruciale nella creazione di spazi esteticamente piacevoli e funzionali.
Sicuramente uno dei punti della casa dove è bene porre più attenzione è la zona del tavolo da pranzo. Questo perché intorno al tavolo, normalmente, si svolgono tantissime funzioni: mangiare, leggere, chiacchierare, studiare, lavorare, giocare, discutere …
I vantaggi di una buona illuminazione sul tavolo

Spesso si tende a sottovalutare la posizione e l’intensità delle luci sul tavolo da pranzo.
Soventemente, quando pensiamo all’acquisto della luce per il tavolo, siamo attirati dalla bellezza della lampada dimenticandoci della sua funzionalità. 
Bisogna ricordarsi che le luci in una casa hanno funzioni diverse tra loro, per cui non bisognerebbe scambiare la luce che illumina il tavolo - ovvero luce direzionale - con la luce che si usa per illuminare la stanza in generale (cucina o soggiorno) - luce di ambiente -.
Nel primo caso ho bisogno di una luce d’accento che permetta di centrare l’attenzione su quell’area, nel secondo caso abbiamo invece bisogno di una luce che consenta di vedere la stanza in modo chiaro, permettendoci di eseguire varie azioni.
Ciò significa che questa è una luce di fondo, che può anche essere indiretta, cioè posta a parete usando ad esempio delle applique.
Ma come scegliere l'illuminazion più adatta al tavolo da pranzo?

Dai lampadari alle lampade a sospensione, ci sono tantissimi modi per illuminare la zona da pranzo.
Tavolo tondo o quadrato, l'illuminazione deve corrispondere alla forma e alle dimensioni.
Se il tavolo è rettangolare o ovale, si può optare per una lampada a sospensione lunga e stretta, che segue la linea del tavolo e illumina tutta la superficie.
Se il tavolo è rotondo o quadrato, si può scegliere una lampada a sospensione singola o multipla, che crei un punto focale al centro del tavolo e diffonda la luce in modo uniforme. 

Le lampade tonde, sferiche o a spirale si abbinano bene a un tavolo tondo.
Le lampade a sospensione allungate si accostano bene a un tavolo rettangolare.
Nel caso in cui il tavolo sia molto grande, si possono usare due punti luce.
A un tavolo quadrato si addicono le lampade a sospensione grandi e moderne di varie forme
Le forme sofisticate delle moderne lampade sospese al soffitto, sono capaci di andare a diffondere la luce nell’ambiente in maniera del tutto naturale, creando così piacevoli giochi luminosi che vanno ad intersecare le linee delle pareti. 
Colore della luce: la temperatura del colore della luce può influenzare l’atmosfera dell’ambiente

Le lampadine a luce calda (tonalità di colore giallo) tendono a creare un’atmosfera intima e accogliente, mentre le lampadine a luce fredda (tonalità di colore bianco o blu) sono più adatte per aree di lavoro o più tecniche come la cucina o ancora per dare un senso di freschezza e luminosità.

Per il tavolo da pranzo si sconsigliano le luci troppo fredde che darebbero l’impressione di un ambiente asettico e poco casalingo.
Ricordate che: la luce giusta può fare la differenza tra un pasto piacevole e uno stressante.
Come illuminare un tavolo da pranzo

Il primo aspetto da considerare per illuminare il tavolo da pranzo è sicuramente la dimensione e la forma del tavolo da pranzo. In generale, l’illuminazione dovrebbe essere proporzionata al tavolo, né troppo grande né troppo piccola.
Una lampada a sospensione è la soluzione di illuminazione ideale per il tavolo da pranzo. Il suo cono di luce verso il basso illumina il tavolo e l'area immediatamente circostante - tutto ciò che sta intorno - per esempio un bancone della cucina in disordine, viene delicatamente messo in ombra.
Saper scegliere il corpo illuminante e il tipo di luce è fondamentale per una buona resa.
La distanza ottimale tra la lampada e il tavolo dovrebbe essere tra i 70 e i 90 cm.
Se il lampadario è troppo distante o troppo vicino al piano del tavolo può rendere difficile vedere il cibo sulla tavola o, al contrario, parlare con gli altri commensali.
Capita a volte che si posizioni una lampada senza tenere conto che le lampadine, magari, non siano schermate o siano troppo potenti, e potrebbero quindi abbagliare, oppure non tenere conto che la fonte luminosa sia troppo distante dal tavolo, decentrata o troppo bassa.

Illuminazione sul tavolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi